Trattare l’ernia del disco con l’osteopatia

Ernia del disco osteopata Nicola Giacintucci Milano

Trattare l’ernia del disco con l’osteopatia

CHE COS’È?

L’ernia del disco è il risultato della fuoriuscita, dalla sua sede naturale, del nucleo polposo contenuto all’interno del disco intervertebrale. Quest’ultimo rappresenta una sorta di cuscinetto ammortizzatore interposto tra una vertebra e l’altra.

Quando si forma l’ernia, il nucleo polposo fuoriuscito può comprimere il midollo e/o le radici nervose che fuoriescono dal canale vertebrale, provocando un dolore intenso che, a seconda della regione anatomica colpita, si può irradiare lungo l’arto superiore o lungo l’arto inferiore. Il dolore può essere diffuso o facilmente localizzabile. L’ernia discale cervicale comporta dolore al collo e alla spalla, con irradiazione al braccio. L’ernia lombare causa dolore nella bassa schiena e spesso prosegue fino all’arto inferiore, quindi può coinvolgere anche glutei, coscia, gamba e piede.

 

COME SI SVILUPPA L’ERNIA?

In realtà, nessuno può sapere con precisione come una persona abbia sviluppato l’ernia. La maggior parte dei casi l’ernia può essere la diretta conseguenza di traumi che la colonna vertebrale subisce durante l’attività fisica o lavorativa, a seguito di un sollevamento di pesi o ancora per l’abitudine a posizioni scorrette.

Più semplicemente possiamo riassumere la storia della maggior parte dei mal di schiena così:

  • alcuni muscoli cominciano a diventare troppo sovraccaricati e rigidi, quindi provocano dolore;
  • i muscoli rigidi fanno lavorare male la colonna;
  • la colonna che lavora male sviluppa i problemi.

 

QUALI SONO I SINTOMI?

Avere un’ernia del disco non implica necessariamente avere mal di schiena o mal di collo, ma in alcuni casi possono insorgere disturbi da compressione. Ad una prima fase caratterizzata da segni di irritazione delle strutture nervose, subentrano deficit sensitivi e motori con l’aumentare della gravità. Possono verificarsi, quindi: bruciore, perdita di sensibilità, intorpidimento e formicolio degli arti e debolezza a livello muscolare, per citare i più comuni.

 

COSA FARE?

Quando si presentano segni e sintomi di una possibile ernia, occorre fare una radiografia e una risonanza magnetica della colonna vertebrale per valutare la salute della colonna vertebrale e per avere un’idea più chiara sui tempi di recupero.

Nella maggior parte dei casi si ha la guarigione spontanea con il trattamento conservativo, come: osteopatia, ginnastica posturale e nel caso farmaci. Tuttavia, se l’ernia causa disturbi neurologici e motori sempre più gravi e tali da compromettere lo svolgimento delle attività quotidiane, è necessario intervenire chirurgicamente. In questi casi, di dolore alla schiena, vista la vastità e l’importanza di alcune strutture anatomiche presenti, è sempre cosa giusta affidarsi a un professionista che saprà consigliarvi la miglior terapia ed evitare il fai da te, quest’ultimo alla lunga può presentare un conto altissimo. 

 

COME PROCEDO IO

Personalmente, cerco sempre di passare il messaggio di tenersi controllati in modo da non arrivare alla fase “acuta”. Nel caso in cui il paziente si presenta in fase acuta, si andrà subito a ridurre lo stato infiammatorio per poi andare a eliminare la causa muscolo-scheletrica che ha portato alla situazione “acuta”. Superata la fase acuta sono spesso importanti oltre ai test osteopatici anche  i test “meccanici”: capire come la persona si muove, quali sono i suoi muscoli più deboli, quali quelli più accorciati. 

In ogni caso per avere una “prognosi osteopatica” sulla completa remissione dei sintomi è necessario valutare caso per caso. 

Il mal di schiena è un problema serio, con un’incidenza nella popolazione media molto forte (è la prima causa di assenza dal lavoro). Per un 5% della popolazione, il problema “ernia” si traduce in una situazione che necessita un intervento chirurgico, altrimenti non se ne esce. Ma per il restante 95% della popolazione, la questione deve essere gestita in maniera conservativa, ottenendo sempre ottimi risultati.

 

Prenota una visita osteopatica a Milano per risolvere l’ernia del disco. Prenota qui.