Risolvere l’ipercifosi con il trattamento osteopatico

Ipercifosi osteopata Nicola Giacintucci Milano

Risolvere l’ipercifosi con il trattamento osteopatico

IPERCIFOSI

Non è raro vedere persone di ogni età, dai ragazzi agli anziani, con il dorso un po’ curvo. Nella maggior parte dei casi si tratta solo di un atteggiamento cifotico, un vizio posturale che può essere corretto facilmente. Altre volte però il dorso incurvato nasconde una deformità vera e propria della colonna vertebrale, quella che molti erroneamente chiamano cifosi ma sarebbe più corretto chiamare ipercifosi. 

 

COSA SIGNIFICA IPERCIFOSI?

La cifosi è presente, per fortuna,  in ognuno di noi, ed è la curva fisiologica del tratto dorsale della colonna. L’ipercifosi invece è l’accentuazione patologica di questa curva. Mentre l’atteggiamento cifotico, non comporta alterazioni patologiche della curvatura della schiena, ma è favorito da abitudini sbagliate come scarsa o inadeguata attività fisica e posture scorrette, non possiamo affermare lo stesso per l’ipercifosi. 

Infatti quest’ultima, la quale provoca una deformità della colonna e che può insorgere già nell’infanzia o nell’adolescenza e ha una predilezione per i maschi (al contrario della scoliosi), ha altre cause. La più comune nel giovane è rappresentata dal morbo di Scheuermann in cui le vertebre invece di crescere come dei rettangoli, diventano dei cunei, favorendo l’incurvamento in avanti. Invece nell’anziano l’ipercifosi è spesso conseguenza di un dorso curvo non curato in giovane età a cui sono subentrate patologie come l’artrosi o l’osteoporosi. 

 

COME RICONOSCIAMO L’IPERCIFOSI DALL’ATTEGGIAMENTO CIFOTICO?

Differenziarli è molto semplice, bastano alcune semplici manovre che gli stessi genitori possono fare. Per esempio, si può chiedere al proprio figlio di flettersi in avanti, senza piegare le ginocchia. Se si nota emergere una protuberanza (gibbo) significa che non si è in presenza di un semplice vizio posturale, bensì di una deformità della colonna.

In questi casi la soluzione migliore è rivolgersi a un ortopedico per una visita più approfondita e l’esecuzione di esami più dettagliati, a partire dalla radiografia della colonna fino ad arrivare, in casi selezionati, alla risonanza magnetica. In base all’importanza dell’ipercifosi e ad altri fattori, per esempio l’età anagrafica, il sesso, l’occupazione, si sceglierà la modalità di trattamento più idonea.

 

COSA SI PUÒ FARE?

L’atteggiamento cifotico può essere corretto con l’educazione posturale, ginnastica correttiva e terapia manuale, come l’osteopatia. Mi viene spesso chiesto se esiste uno sport che sia meglio di un altro, l’importante è rinforzare la muscolatura del dorso e togliere alcuni vizi posturali migliorando la mobilità. Se il tutto è fatto in modo piacevole meglio ancora.

Invece in presenza di una ipercifosi vera e propria si agisce in modo multidisciplinare. Si inizia rivolgendosi a uno specialista come l’ortopedico per valutare l’uso di specifici corsetti di plastica, poi ci si rivolge a uno specialista della terapia manuale per togliere le tensioni muscolari e la rigidità articolare, permettendo la diminuzione del dolore e facilitando il nuovo assetto posturale. Di grande importanza anche un professionista della ginnastica correttiva, per rinforzare la muscolatura del dorso e il core addominale, nel caso ci sia anche un po’ di iperlordosi.

Nei casi molto gravi si può prendere in considerazione la correzione chirurgica. 

L’importante è rivolgersi sempre a specialisti, perché il “mal di schiena” è una condizione seria e con serietà va trattata.

 

Prenota una visita osteopatica a Milano per risolvere le problematiche posturali dell’ipercifosi. Prenota qui.