Tendinopatia

tendinopatia Nicola Giacintucci osteopata Milano

Tendinopatia

La tendinopatia è un processo infiammatorio/degenerativo del tendine, dovuto a microtraumi ripetuti e/o continuo sovraccarico ai danni del tessuto tendineo. Colpisce soprattutto gli atleti e i lavoratori.

Il termine “tendinite” è ampiamente utilizzato, e spesso impropriamente, per indicare qualsiasi tipo di patologia a carico del tessuto tendineo. Tendinite si riferisce specificatamente ad un processo infiammatorio, più tipico delle primissime fasi del danno. Col passare delle settimane-mesi invece, il meccanismo patologico diviene la degenerazione tendinea, che si definisce invece “tendinosi”. Sebbene, teoricamente, una tendinite possa colpire i tendini di ogni articolazione, quelle più colpite sono:

  • Polsi e mani.
  • Gomiti: epicondilite (gomito del tennista).
  • Spalle: tendinite della cuffia dei rotatori.
  • Caviglie/piedi: tendinite achillea.
  • Ginocchia: tendinite rotulea. 

 

Alcuni fattori di rischio:

  • utilizzo di un tecnica sportiva inadeguata.
  • posture scorrette.
  • stress psico-fisico.
  • squilibri muscolari o articolari.
  • carenze nutrizionali.
  • alcune classi di farmaci.
  • obesità.
  • eccessiva magrezza.
  • squilibrio di alcuni ormoni.

 

Il sintomo principale delle tendinopatie è il dolore, che può assumere intensità e sfumature assai diverse da caso a caso. Segue il gonfiore che limita la mobilità dell’articolazione.

Grazie al trattamento osteopatico è possibile trattare le tendinopatie migliorando l’allineamento osseo e la vascolarizzazione della muscolatura e quindi quella dei tendini coinvolti nell’infiammazione. Con delle manipolazioni delicate e precise, l’osteopata andrà a ristabilire il giusto equilibrio tra ossa, legamenti e muscolatura.